POLIZZA TUTELA LEGALE ONLINE

0
355

POLIZZA TUTELA LEGALE ONLINE

Oggi è possibile attivare una polizza di tutela legale online, ma ancora pochi sanno come funziona la tutela legale famiglia, la tutela legale professionale o per la propria impresa dunque non sanno cosa controllare per scegliere la migliore polizza tutela legale.

La difesa legale di un avvocato può servire in mille occasioni della vita quotidiana: una lite con i vicini, un problema sul lavoro, un contenzioso con chi vi ha ristrutturato casa, un contrasto con l’assicurazione per il risarcimento di un danno, ecc… i casi possono essere tanti e dei più disparati settori, ma anche i soldi necessari per far tutelare i propri diritti.

Per risolverli, la nostra consulenza tecnica di parte e giuridica è sempre a disposizione, ma quando ti serve il supporto di un avvocato e di un Consulente Tecnico di Parte o Perito nelle aule di un Tribunale allora è bene assicurarsi la copertura dei costi di una eventuale causa vera e propria o anche nel tentativo di trovare una soluzione stragiudiziale senza passare per un tribunale, è quella di sottoscrivere una delle polizze di tutela legale attualmente in commercio.

Ma come capire qual è la migliore polizza in circolazione? Per aiutarti abbiamo individuato alcuni punti fondamentali da prendere in considerazione i contenuti della migliore polizza tutela legale che possa soddisfare le tue esigenze.

Cos’è polizza tutela legale

polizza tutela legale online

Con una polizza di tutela legale puoi salvaguardare i tuoi risparmi senza rinunciare ai tuoi diritti.

La tutela legale detta anche tutela giudiziaria o protezione giuridica è un contratto assicurativo con il quale, la Compagnia assicuratrice si impegna a tenere a suo carico le spese legali e peritali e a fornire prestazioni professionali, come ad esempio la consulenza legale e/o la Consulenza Tecnica di Parte (CTP), necessarie all’assicurato per la difesa dei suoi diritti ed interessi in sede giudiziale, od anche in ogni tipo di procedura, o in sede extragiudiziale, allo scopo di conseguire il risarcimento dei danni subiti dall’assicurato o perché lo stesso possa difendersi contro una domanda di risarcimento avanzata nei suoi confronti sia esso un semplice cittadino, un professionista od un’impresa.

Come funziona la polizza di tutela legale

Generalmente l’assicurato ha l’obbligo di denunciare il sinistro, inviando tutti i documenti di cui è in possesso, entro tre giorni, (ma può variare da polizza tutela legale a polizza) dal momento in cui è sorta la necessità: ad esempio, il giorno in cui si subisce un infortunio nel caso delle lesioni personali oppure il giorno successivo al termine di pagamento fissato per una fattura che si intende contestare, ecc..

A essere coperti polizza di tutela legale , di solito, sono il contraente e i familiari inclusi nello stato di famiglia, i dipendenti in caso di polizza di tutela legale professionale o d’impresa.

Scelta della migliore polizza tutela legale

Nell’analisi propedeutica alla scelta di una polizza di Tutela Legale è importante verificare:

1) Quali spese sono coperte dall’assicurazione.

Le polizze di tutela legale sono a rischi nominali quindi le spese non contemplate nel contratto sono escluse. Occorre quindi controllare se sono coperte:

  • spese del legale/avvocato (in genere uno solo per ogni grado di giudizio)
  • spese di Consulente nominato dal Giudice (CTU), Consulente Tecnico di Parte (CTP) e di eventuali altri periti
  • spese per il procedimento di mediazione (a volte solo se obbligatorio)
  • spese dell’avvocato domiciliata rio (a volte è un’estensione a pagamento, a volte ha un massimale limite)
  • spese di giustizia
  • spese di soccombenza (a volte solo l’Avvocato e non il CTU, CTP va verificato!…)
  • spese per le indagini per ricerca delle prove a difesa
  • spese per il Contributo unificato (se non ripetuto) dalla controparte in caso di soccombenza
  • spese processuali nei processi penali
  • spese di registrazione atti giudiziari (spesso hanno un limite)

2) Chi è coperto dalla polizza:

In genere sono coperti l’assicurato i suoi famigliari  e in caso di tutela legale per professionisti ed imprese i collaboratori/dipendenti.

3) Quando la polizza è operativa.

Normalmente le polizze di Tutela Legale rispondono per sinistri insorti dopo la data di decorrenza della polizza o, al più, per sinistri insorti entro i due anni (raramente arrivano a 5) precedenti la stipula, ma a volte solo in ambito penale. È bene controllare.

Da quanto sopra segue l’importanza della definizione di “insorgenza del sinistro” che nella maggioranza dei casi coincide col momento in cui l’assicurato avrebbe iniziato a violare norme di legge o contrattuali o in altri da quando ne è venuto a conoscenza.

Va evidenziato che questa definizione va letta molto bene in quanto limita notevolmente la copertura assicurativa, almeno per i professionisti dell’area tecnica, può trascorrere molto tempo tra il momento in cui l’assicurato ha iniziato a violare norme di legge (es. il momento in cui il professionista ha redatto un progetto inadeguato) e il momento in cui si verifica il danno (es. insorgere di vizi e difetti costruttivi, l’infortunio in cantiere ecc..).

Solo in poche polizze estendono retroattivamente la tutela giudiziaria.

Leave a reply

Altri articoli interessanti